Da giorni circola questo messaggio su whatsapp:

“Eh l’hai visto?: http://www.conadxxxxxxxxx Un voucher di 250€ dalla Conad. Festeggiano il loro anniversario. Prendilo finché dura. Ne ho già richiesto uno”

E’ arrivato sul telefono di un nostro collaboratore già due volte, inviato da conoscenti. Alla seconda volta ci siamo attivati per fare chiarezza sul contenuto. Abbiamo già avuto a che fare con ‘frodi’ simili: alcuni chiedono esplicitamente la condivisione dell’appello per confermare il presunto vantaggio. Così da raggiungere la tanto aspirata viralità sui social network. Questo è un chiaro tentativo di phishing. Per chi non lo sapesse, il phishing  è una tipologia di truffa in cui qualcuno fa finta di essere un soggetto di fiducia, o un suo incaricato, per convincere il truffato a fare azioni in suo favore.

Link che non rimanda alla Conad

In questo caso il truffatore ti spinge a cliccare su un un link. Link che non ha nulla a che fare con Conad, ma che contiene abbonamenti a diversi servizi a pagamento per cellulare e sollecita il conferimento di dati sensibili. Non ci cliccate, fate attenzione. Ma se l’avete già fatto consultate immediatamente il vostro operatore di telefonia cellulare per chiedere il blocco di eventuali servizi in abbonamento inseriti e, se avete conferito dati personali e privati, come nome, cognome, carte di credito ed indirizzo di casa, contattate la Polizia Postale.

IL RESPONSO DI BUFALE VIRALI: PROBABILE TRUFFA