Avete già ordinato dal cinese? Beh, se avete messo del riso nel menù, fareste meglio a ripensarci. Ci siamo, infatti, imbattuti in un articolo che ci parla di riso cinese fatto con plastica. A quanto pare, non è una bufala, ma si tratta di una notizia di qualche anno fa rimessa in circolazione probabilmente per attirare lettori. A Gennaio 2011 abbiamo accumulato diverse segnalazioni di un riso fatto mischiando patate e resine industriali: un mix particolarmente nocivo. Tracce di questo materiale è stato trovato in alcuni mercati cinesi, non in tutti: ma il dato resta allarmante.

Riso di plastica, alcuni metodi per riconoscerlo

  1. Si può fare il test dell’acqua: immergendo il riso in una bacinella d’acqua, guardiamo il comportamento dei chicchi di riso: se vanno sul fondo, allora è tutto ok. Se invece salgono a galla, ecco che dobbiamo cominciare a preoccuparci.
  2. Si può sottoporre il chicco di riso alla fiamma di un accendino. Se brucia rapidamente e sentite l’odore caratteristico della plastica, buttatelo via!
  3. Usate il mortaio: schiacciate il riso, se si frantuma potete stare tranquilli. Se forma delle piccole palline, preoccupatevi!
  4. Cuocete il riso e mettetelo in un barattolo: se farà la muffa, allora è riso vero. Altrimenti, è plastica!

Bisogna stare sempre molto attenti al cibo. Soprattutto in un modo in cui la salute dei consumatori viene messa così a serio rischio. La notizia del cibo di plastica è vera, fate molta attenzione!

IL RESPONSO DI BUFALE VIRALI: NOTIZIA VERA