Ricordate la bufala del petrolio in spiaggia a Marina di Grosseto? E’ vecchia, ma pare che nelle ultime ore sia tornata di moda. La notizia fece il giro del web all’incirca 10 mesi fa, venne pubblicata dalle ‘iene maremmane’ con questo video su Facebook:

 

A distanza di tempo e dopo svariate smentite da parte di enti Nazionali vari, correlate di querele per diffamazione, è tornata a circolare on line in questi giorni, prendendo in giro i lettori. La storia è nota. Le “iene maremmane” Lorenzo Mancineschi e Davide Rossi in un video denunciarono quello che secondo loro era uno sversamento di petrolio sulla spiaggia. “Questa è una vergogna, questo è da denuncia. Questo video qui farà il giro e vi sputtaneremo. Questo è danno ambientale”, diceva Mancineschi nel video. Il video mostra un’idrovora che risucchia la sabbia che si accumula sul lato sud del canale San Rocco (il lato verso Principina a Mare) per riversarla sul lato nord (quello verso Castiglione della Pescaia) in un’operazione che è chiamata ripascimento. La poltiglia che esce dall’idrovora è scura e maleodorante, questo sì. Ma non ha nulla a che fare con disastri ambientali.

Quali sono le conseguenze di una bufala sullo sversamento di petrolio in mare?

Semplice. In primo luogo, chi sarebbe più intenzionato ad andare a fare un bagno a Marina di Grosseto in estate? E chi sarebbe più disposto a mangiare pesce pescato in quelle acque? Certe notizie false possono seriamente danneggiare la vita di commercianti che già fanno fatica a ‘sopravvivere’ alle tasse. La nostra redazione vi mette in guardia per l’ennesima volta: questa notizia è falsa.

IL RESPONSO DI BUFALE VIRALI: BUFALA VERIFICATA