L’ennesima notizia che istiga all’odio nei confronti degli immigrati, questa volta a farne le spese sarebbe un marocchino. Un certo Ahmed Kalif che avrebbe provato ad entrare in casa di un anziana per derubarla e il nipote… trovatosi lì, l’avrebbe massacrato. Una storia simile ad altre vere e raccontate, pertanto, al Tg. Questa volta, però, la fonte della notizia è ‘La Nozione’:

Marocchino entra in casa di anziana per derubarla, massacrato dal nipote

Si chiama Ahmed Kalif, un marocchino di 25 anni che nella mattinata di oggi si è introdotto in una abitazione privata di una anziana signora, nella periferia di Ravenna, per rubare. Pensava che nessuno lo avrebbe mai colto sul fatto, dato che di solito l’anziana signora si reca in chiesa ogni Domenica mattina.

Effettivamente in casa non doveva esserci nessuno e il ladro si è introdotto, dopo aver visto uscire la signora, senza tanto badare a cosa accadesse fuori, convinto di avere almeno due ore a disposizione. Sfortunatamente per lui, pochi istanti dopo l’effrazione a rientrare in casa è stato il nipote 32enne dell’anziana, che senza troppo pensare, una volta trovato il marocchino in casa, lo ha letteralmente assalito e brutalizzato. “Appena entrato ho subito capito che qualcosa non andava, c’erano troppi oggetti fuori posto. Poi appena ho sentito dei rumori provenire dalla camera da letto, ho capito immediatamente e mi sono subito fiondato. Il Ladro ha provato a reagire, ma devo averlo colto di sorpresa, e gliele ho suonate di santa ragione. Non mi pento, in fondo mica l’ho ucciso, ma ormai c’è da dire che questa zona non è più sicura come un tempo, e pensiamo di vendere addirittura al casa. Questa Italia non sa difendere i suoi cittadini!”

Il nipote della signora, che si trovava in casa solo perché era venutoa rpendere un vecchio mobile da restaurare, ha così sventato letteralmente la rapina, e poi ha chiamato la polizia e anche l’ambulanza. Al marocchino è stata data una prognosi di 15 giorni, ed è stato denunciato. Il ragazzo rischia una denuncia per lesioni.

La nostra redazione ha cercato su Google, senza alcun risultato positivo. La ricerca non ha avuto buon esito. Niente sul marocchino in questione. La foto usata da La Nozione era stata già usata dallo stesso sito, ma quella volta sarebbero state delle suore le colpevoli del “massacro”.

 

E… come al solito, ciò che ci spaventa di più sono i commenti e le condivisioni riportati dalla notizia sui social network. Gli italiani sembrano sempre più arrabbiati nei confronti degli immigrati. L’odio, tuttavia, è fomentato dalle notizie di cronaca che ogni giorno si sentono al Tg e, come se non bastasse, da quelle false che circolano sul web. Guardate qui:

IL RESPONSO DI BUFALE VIRALI: BUFALA VERIFICATA