Il Fatto Quotidaino, in un articolo intitolato Finalmente il Presidente Donald Trump svela tutto:” Vi dico cosa cosa c’è nell’AREA 51″

Donald Trump, da pochi giorni ufficialmente presidente degli Stati Uniti, stupisce subito gli elettori, con una dichiarazione che fa tremare tutti: “Vi dico cosa c’è nell’Area 51” .Secondo il portavoce del tycoon, Alvaros Porfidlaren, si tratta di qualcosa di grosso che il presidente vuole rivelare perché tutti i cittadini siano a conoscenza di uno dei più grandi misteri americani. “Non si può più attendere” dice “il mondo deve sapere, anche perché, si sa, in internet da sempre girano teorie strane sul contenuto dell’Area 51, sembra giusto a tutti fare chiarezza prima che sia troppo tardi e che le fake news prendano il sopravvento sulla verità di governo”. E quindi Trump, in una conferenza stampa che si terrà domattina, spiegherà quello che tutti han sempre sospettato sull’area più famosa del suolo americano.

Eh già, perché pare che ci sia ben poco da lasciare all’immaginazione, stando alle parole del portavoce Porfidlaren: “Si tratta di un’area in cui nel lontano 1925 furono ritrovati degli alieni. Erano della razza dei grigi e volevano attuare accordi con l’umanità, ma l’allora generale Fightaleins calcò un po’ troppo la mano e non volle saperne di accordi con persone di cui non si fidava affatto. Da sempre quindi l’area è stata posta sotto sequestro, anche perché è lì che la razza umana, attraverso i suoi più importanti esponenti, incontra pacificamente esseri di altri mondi”. Quindi Trump vorrebbe annunciare un incontro pubblico con un presidente alieno, per sensibilizzare le persone alle questione. La conferenza stampa è attesa per domattina alle 11 alla Casa Bianca.

Ma andiamo come sempre con ordine, verificando i vari elementi dell’articolo che ci dovrebbero far capire che non si tratta di una notizia vera.

Partiamo dai nomi delle persone coinvolte: il portavoce Alvaros Porfidlaren, in primo luogo, e il generale Fightaleins. Basta fare una rapida ricerca su internet per verificare che non si tratta di persone reali in nessuno dei due casi: frattanto, ci chiediamo e vi chiediamo, che strane origini dovrebbe avere Alvaros Profidlaren, con un nome che suona latinoamericano (anche se la s è di troppo) e un cognome quasi scandinavo?

Poi, andiamo a vedere la data di cui si parla nell’articol
o: 1925. Sarebbe la data in cui degli alieni sarebbe stati trovati in zona. Anche in tal caso, internet ci viene in soccorso: l’Area 51 ha iniziato ad essere operativa 30 anni dopo e uno dei casi più eclatanti (e noti) legati al – presunto (poi smentito) – ritrovamento di un alieno è datato 2 luglio 1947 (parliamo dell’Incidente di Roswell).

Frattanto, vi facciamo notare come la “misteriosa” Area 51 abbia smesso di esserlo (o comunque abbia smesso parzialmente di esserlo) nel 2009, quando è caduto il segreto militare circa l’enorme (è più grande della Sicilia, che è la regione più grande d’Italia) base.

Per finire, basti leggere il titolo del giornale (‘Fatto Quotidaino’): sin dalla storpiatura si potrebbe capire che non si tratta di una realtà ‘seria’. E, in tal senso, c’è anche un disclaimer che sottolinea che la realtà in questione fa satira (anche se bisognerebbe capire cos’è la satira…).