Su news24tg.com, sito parodia di Tgcom24, troviamo un articolo inerente Papa Francesco e Marie Collins. La notizia riporta le dimissioni della donna che – a 13 anni d’età – subì violenze sessuali da parte d’un prete e fu inserita poi da Papa Francesco nel marzo 2014 nella Commissione anti pedofilia. Ha deciso di dire basta, di uscire dal gruppo e ha rilasciato anche una lunga intervista a Repubblica.  La donna afferma: “Io credo fermamente di che Papa Francesco voglia combattere la pedofilia. Credo in lui e nel suo lavoro. Ma non capisco perché tante resistenze. Francesco fin dall’inizio è stato sincero. Ha preso decisioni chiare nel senso della tolleranza zero. Ma intorno a lui le cose non procedono come dovrebbero e tutto ciò non è corretto”.

L’attacco insensato a Papa Francesco

Ecco quanto si legge invece nell’articolo di news24tc.com: Marie Collins, donna irlandese che a tredici anni era stata vittima di abusi sessuali da parte di un sacerdote, e che nel 2012 aveva portato la sua testimonianza a un simposio promosso dalla Pontifica Università Gregoriana.

Quando nel marzo 2014 Bergoglio, con il suo solito modo propagandistico e finto, istituì la Pontificia commissione per la tutela dei minori, la usò come luccicante specchietto per le allodole, chiamandola fare parte del gruppo. Lei ci cascò, come molti cristiani confusi dalle manfrine del nuovo Papa.

Ha deciso di lasciare la commissione, denunciando la “vergognosa mancanza di collaborazione da parte del dicastero coinvolto più da vicino nell’affrontare i casi di abuso”. Dimissioni che Bergoglio ha accettato.

Il tutto accompagnato da questa immagine:

Insomma, pare più che altro un attacco aperto al Papa e all’Istituzione Chiesa. Non possiamo considerarla una bufala, in quanto Marie Collins si è veramente dimessa. Ma la notizia è riportata in maniera completamente errata.

IL RESPONSO DI BUFALE VIRALI: DISINFORMAZIONE