Ci arrivano spesso segnalazioni di ogni tipo dai nostri lettori e di questo gliene saremo sempre grati. Tuttavia, non possiamo nascondere che quando vediamo notizie falso su tumori e malattie simili ci viene veramente il nervoso. Tuttavia, a parte i crampi allo stomaco che ci portano queste notizie, ci rimbocchiamo le maniche e le verifichiamo. Quale giorno fa, MafiaCapitale e ReteNews24 pubblicano una notizia che, sfortunatamente, ha fatto il giro del web in pochi minuti.

 

Cell Facotory in alternativa alla Chemio?

Che bello, vero? Sarebbe una notizia eccezionale, se solo fosse vera. Chissà se quelli che diffondono notizie di questo genere sanno quante persone al mondo ogni giorno combattono con questo tipo di malattia. Forse sì, forse lo sanno, e fanno leva proprio su questo particolare. Facciamo chiarezza, intanto.

Secondo quanto spiega Il Fatto Quotidiano, le cell factory sono laboratori specializzati che producono terapie basate sull’uso di cellule, staminali ma non solo, come quelle dell’epidermide per i trapianti di pelle o del sistema immunitario nel trattamento di alcune leucemie. (…) Le Cell Factory sono realtà relativamente giovani, nate negli ultimi quindici anni su impulso europeo per regolamentare le terapie avanzate a base di cellule, considerandole alla stessa stregua dei farmaci tradizionali. Quando è stata pubblicata la notizia, le cell factory in Italia erano già tredici. Tuttavia, come possiamo vedere, lo stesso elenco era stato pubblicato sul sito dell’AIFA già a giugno del 2012. Per cui, quella di Pescara non è la prima cell factory in Italia, ce ne sono già diverse aperte da alcuni anni.

La notizia, che poi abbiamo visto riportata anche sa Solo Italiani, la fa molto facile. Infatti, fa passare le cell factory come cura alternativa alla chemioterapia. Ci troviamo, pertanto, di fronte ai soliti siti acchiappaclick che usano gli argomenti che fanno leva sui problemi delle persone.

IL RESPONSO DI BUFALE VIRALI: TITOLI INGANNEVOLI